Glutammina: un aminoacido comune che può aiutare con molte malattie

La glutammina è un amminoacido essenziale nella sintesi delle proteine. La sua componente simile al fosfato è molto simile a quella della glutammina, ad eccezione del gruppo carbossilico che è sostituito da un amminoacido noto come serina. Di solito è classificato come un amminoacido non proteico, il che significa che non ha una componente proteica. Questo rende la glutammina eccellente quando si tratta di essere assunta da persone con deficit del sistema immunitario poiché non causerà alcun effetto negativo se assunta in piccole quantità.

Altro sull’argomento? Clicca qui e visita il sito guidaglutammina.it.

La polvere di glutammina è un integratore popolare per la sua ampia varietà di benefici. Sebbene la glutammina abbia dimostrato di essere estremamente utile in molte condizioni mediche come il trattamento di casi gravi di diarrea, può anche essere utilizzata come potenziatore del sistema immunitario e anche per trattare le allergie. Oltre a questi usi, è stato anche scoperto che la glutammina aumenta l’energia, migliora le prestazioni atletiche e promuove la perdita di peso. Poiché il suo tasso di assorbimento nel flusso sanguigno è molto alto, la glutammina può aumentare rapidamente il livello di energia di un atleta alimentando i muscoli attraverso la carenza di glutammina. Per le sue caratteristiche uniche, la glutammina non deve essere confusa con altri amminoacidi e deve essere tenuta fuori dalla portata di bambini e animali.

La struttura molecolare della glutammina la rende molto incline a essere scomposta in composti più piccoli che vengono immediatamente rilasciati nel flusso sanguigno una volta che l’amminoacido viene scomposto. Questo è il motivo per cui è particolarmente utile se consumato a stomaco vuoto perché aiuta a scomporre la glutammina in amminoacidi in pochi secondi in modo che l’individuo possa ricominciare rapidamente a nutrirsi. Tuttavia, se un atleta o una persona che soffre di una malattia come l’anemia falciforme assume glutammina, può rilasciare metalli tossici nel flusso sanguigno, che potrebbe essere molto pericoloso se sottoposto a enormi quantità di glutammina concentrata. Le persone che soffrono di anemia falciforme dovrebbero evitare la glutammina perché ci sono state segnalazioni di gravi effetti collaterali che si verificano quando la glutammina è stata assunta in grandi quantità. In conclusione, la glutammina può essere trovata naturalmente in alimenti come pesce e manzo e può essere utilizzata per aumentare l’energia e recuperare da un allenamento o una competizione.